Emozioni killer nella vita
Le emozioni svolgono un ruolo fondamentale nella nostra esperienza umana, plasmando le nostre interazioni quotidiane e influenzando direttamente la nostra salute. Tuttavia, è cruciale comprendere il potenziale impatto negativo delle cosiddette "emozioni killer" sul nostro benessere generale.

Anche le nostre Emozioni killer che di  collegano a eventi passati, sono la causa del 95% delle malattie che avremo nella vita.

Perché agiscono abbassando il nostro livello delle difese immunitarie ed agendo anche sulla muscolatura volontaria ed involontaria.

Emozioni killer vi creeranno dei mal di testa improvvisi, dolori articolari, paure irrazionali, vuoti di memoria, la stanchezza fisica e mentale ansia e rabbia.

L'Emozione che Consuma: L'ansia può essere un'emozione debilitante che mina la nostra serenità mentale. Questo stato emotivo cronico è collegato a disturbi del sonno, problemi digestivi e compromissione del sistema immunitario. Affrontare l'ansia è essenziale per preservare la nostra salute mentale e fisica.  
la rabbia di una donna
La rabbia emozione molto forte
Rabbia: La Forza Disturbante: Anche la rabbia un'emozione molto forte, se non gestita adeguatamente, può diventare un'emozione distruttiva che influisce negativamente sulle relazioni personali e sulla salute. Elevati livelli di rabbia sono stati associati a problemi cardiaci, ipertensione e persino disturbi dell'umore. Apprendere strategie per gestire la rabbia è vitale per mantenere un equilibrio emotivo.

Emozioni forti dovute da eventi passati creano e si cristallizzano le nostre gabbie mentali dovute da eventi molte volte anche dolorosi, che poi si trasformano in malattie mentali o fisiche.

Non riconoscendo queste emozioni killer,perchè non sappiamo riconoscerle allora prendiamo dei farmaci, per far tacere queste voci..

Che il nostro inconscio grida fortemente e questo grido si somatizza in malattia e disturbi come ad esempio: la tristezza.

 
la tristezza emozione
la tristezza emozione molto forte
 

La tristezza Cronica: Un Pesante Fardello

La tristezza persistente può essere un peso emotivo che influenza la nostra vitalità quotidiana. Questo stato emotivo è stato collegato a disturbi del sonno, bassa energia e depressione. Riconoscere e affrontare la tristezza è un passo importante verso il recupero emotivo.  
L'invidia insieme
L'invidia e relazioni
Invidia: L'Emozione Velenosa: Anche l'invidia un emozione forte che può avvelenare le relazioni e compromettere il nostro benessere emotivo. Questa emozione è stata associata a livelli elevati di stress, ansia e persino disturbi gastrointestinali. Coltivare la gratitudine può essere una strategia efficace per contrastare l'invidia.  
 Coltivare emozioni positive
Emozioni positive
Coltivare Emozioni Positive: Quindi dobbiamo riconoscere e gestire le emozioni killer è essenziale per preservare la nostra salute fisica e mentale. Coltivare emozioni positive, come la gratitudine, la gioia e l'amore, può contribuire a costruire un solido fondamento per un benessere duraturo. Investire nella consapevolezza emotiva e adottare strategie per affrontare queste emozioni negative è un passo significativo verso un futuro più sano e equilibrato. Articoli Correlati:   Le Nostre Emozioni Killer Focalizzare Il Nostro Desiderio La Leva Che Ci Spinge Dare Ricchezza E Condividere Con Gli Altri! Imparate A Ringraziare! Fate Chiarezza Mentale Nella Vostra Vita!

felice

Contattami per una sessione di Consulenza Filosofica emodeling gratuita e orientativa

Mi chiamo Felice Cisarella
La lunga ricerca della verità, lo studio dei processi mentali e la volontà di migliorarmi e migliorare le persone che mi circondavano, mi ha portato a scoprire l’Emodeling e studiare direttamente con l’ideatore del rimodellamento emozionale inconscio, Giorgio Del Sole. Dopo un lungo studio oggi la mia missione è quella di sostenere i miei “diamanti” nella realizzazione dei loro progetti interiori più autentici, nella libertà e nella conoscenza di sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *